2018  USHUAIA - SALTA                    15 Novembre - 8 Dicembre

SIAMO GIA' TORNATI!!!

"Sud America per bene..." Argentina!

Il progetto "Sud America per bene ... " prende sempre più corpo. In Novembre 2018 saremo di nuovo in Argentina, a Ushuaia, per risalire costeggiando il versante argentino delle Ande fino al confine con la Bolivia. La ruta 40 sarà la nostra traccia principale da cui ci scosteremo per visitare luoghi significativi e percorrere piste andine con qualche sconfinamento in Cile.

Ma la ruta 40 non sarà solo la nostra "traccia" sarà anche l'obiettivo umanitario del nostro viaggio! Ci è parsa una buona idea, per noi viaggiatori che percorriamo migliaia di chilometri sulle strade, avere come finalità il sostegno solidale...ad una strada!!

In effetti aiuteremo la fondazione (www.fundacionruta40.org) che porta il nome della famosa strada e che sostiene anche molte scuole "rurali" abitate da una popolazione di nativi sudamericani, povera e disagiata.

Saranno i bambini delle scuole disseminate lungo la Ruta 40, alcune piccole e sperdute nella sierra andina, che andremo a conoscere e a salutare.

Sarà la loro accoglienza il vero significato del nostro "Viaggiare per bene..."


CARO AMICO TI SCRIVO...  IN DIRETTA DALL 'ARGENTINA!

Block Notes

Sesta nota 3 dicembre

Oggi, lunedì 3 dicembre, abbiamo raggiunto la scuola di San Rafael. 

Una Esquela rurale sulla ruta 40 nella parte ancora sterrata. Nel nulla della poca vegetazione ecco le grida e le voci dei bambini; 30 in tutto ma con un entusiasmo e una passione che va ben oltre le nostre scuole in Italia. Striscioni, canti e applausi hanno accolto i viaggiatori in cortile con le loro moto giganti. Pochi minuti e ci siamo buttati nei giochi conclusi con la classica partita a pallone tutti contro tutti. 

A Solidad, per la Fondation Ruta 40 che sosteniamo come RAIDFORAID, e alla direttrice della scuola è toccata anche la parte formale della consegna del logo che ha caratterizzato tutto il viaggio e l'attività dell'anno, ai bambini abbiamo chiesto la pazienza di capire il nostro spagnolo italianizzato... ma si sa con i piccoli è tutto più facile.

Il pranzo è stato organizzato da alcune mamme che per l'occasione hanno cucinato per tutti ottime empanadas, capretto con patate, zuppa e macedonia. 

La partenza in queste occasioni è triste, vorremmo ancora rimanere e conoscere meglio la realtà oltre la festa ma il tempo è poco e i km ancora molti; 200 km che ci separano da Salta, ultima tappa del viaggio, ci aiutano a riordinare i pensieri nei nostri caschi da moto ricordando i volti e i sorrisi dei piccoli protagonisti dell'opera di bene 2018.

Quinta nota 2 dicembre

Da Helen a Cafayate..  passando per El Penon e il deserto di pietra pomice. 

Con due fuoristrada e guide appresso siamo saliti a 3850 m per cercare e vedere il nascosto e poco famoso deserto. Una colata rappresa da millenni e ridotta a grossi blocchi con crepe in cui ci si può camminare come in un labirinto. Un incontro, anche in questa occasione, dove ci si sente fragili di fronte alla potenza della natura. 

Sulla strada la tosatura del gregge... come da noi. 

In serata il messaggio dell'incaricata della fondacion Ruta 40 che trova anche lei a Cafayate con i suoi collaboratori per raggiungere la scuola di San Rafael il giorno successivo...come noi. Facciamo di tutto per incontrarci e cenare insieme e viviamo con grande emozione l'incontro dopo tanti mesi di comunicazioni virtuali. È sempre bello incontrarsi di persona e scoprire di condividere pensieri e sogni per noi e per gli altri. 

 

Quarta nota 29 novembre

Gli appunti si fanno sempre più sintetici...la stanchezza della sera..gli imprevisti...wifi non sempre disponibile o inadeguato...a volte la mancanza di rete elettrica. 

Da San Martin de Los Andes siamo saliti sempre a nord, incontrando e visitando la scuola di Bajado del Agro. Grande accoglienza e attenzione da parte della direttore... domande sempre assurde da parte dei bambini....."si può saltare il canale con le vostre moto?"  

Riprendiamo verso Mendoza e incontriamo la 4' scuola... anche qui grande successo...un po' meno la caduta in un piccolo guado di uno di noi e la foratura successiva di un altro. I nostri tecnici del gruppo sono intervenuti e in 10 minuti siamo ripartiti. 

Ora siamo in una piccola città dal nome famoso Belen...ma di lei nessuna traccia! 

TERZA NOTA 25 novembre

Da Esquel a San Carlos de Bariloche... poi a San Martin de Los Andes. 

Giornate difficili condivise tra compagni di viaggio e panorami stupendi. Un percorso tra ghiaioni e tratti asfaltati accompagnati spesso da ombre inquetanti..  condor delle Ande. Non conoscono confini tra Cile e Argentina e già gli anni scorsi avevamo apprezzato la loro compagnia. Panorami da incanto tra boschi secolari e laghi dai colori inaspettati. 

Ci concediamo un giro nel parco nazionale di Los Alerces, due ore di trekking con una guida che ci rassicura sulla presenza del puma e ci aiuta a scoprire quello che la foresta millenaria nasconde. 

Ripartiamo e il percorso ci costringe spesso a soste per ritemprare corpo e cervello e non solo... troviamo un giovane tedesco in bici fermo con il cambio "accartocciato", non si puó fare molto se non fermare un mezzo e caricarlo insieme alla bici per la prima città. 

Un gruppo di motociclisti argentino fermo a lato strada attira la nostra attenzione... scopriamo che un KTM 990 ha strappato la catena e non ha di che provvedere. La nostra attrezzatura è la professionalità di alcuni di noi risolve il problema e dopo qualche scambio di idee sui vari tipi e modelli di moto si riparte per San Martin De Los Andes. 

È sempre bella la solidarietà anche tra motociclisti.. viaggiare per bene. 

Seconda Nota 23 Novembre

Da Rio Grande a Perito Moreno..... poi fino a Esquel.
A soli 2000 km da USHUAIA il freddo è il vento non ci abbandonano, qualche occhiata di sole ci lascia intravedere dopo la sconfinata pampa la catena delle Ande ancora completamente innevata..... siamo all'nizio della primavera.
Le strade di ghiaia sono le più impegnative ma anche quelle che ci emozionano di più. Il tratto prima di Bajo Caracoles 130 km con ghiaia mossa e sabbia ci ha finalmente introdotto nel vivo del viaggio....era ora! 

PRIMA Nota 20 Novembre

Dopo un viaggio infinito in aereo siamo ad USHUAIA! 

L'accoglienza non è delle migliori, nel senso che il maltempo ci prende alla sprovvista e piombiamo in una giornata a 5 gradi. Che riscalda il tutto è l'incontro con gli amici partiti 5 giorni prima e ambientati ormai al freddo e alla vita in città. Le moto sono sono quasi a posto e in attesa di qualche piccolo ritocco dal meccanico locale Pablo ci concediamo qualche ora con Guido, un amico che lo scorso anno con il progetto della scuola a Ushuaia abbiamo avuto modo di apprezzare per generosità e senso di accoglienza. Prima di partire per il lungo viaggio ci imbuchiamo letteralmente al mototoraduno più a sud del mondo...  siamo quelli venuti da più lontano.... abbiamo vinto. Festa e giro e la serata si conclude , sotto la pioggia, preparando le moto per la partenza. 

 


Download
Dal quotidiano locale
8 Dicembre 2018
sabato 8 dicembre 2018 pag 45.pdf
Documento Adobe Acrobat 180.4 KB

Già dicono di noi ...

Download
Dal quotidiano locale
1 Dicembre 2018
sabato 1 dicembre 2018 pag 45.pdf
Documento Adobe Acrobat 236.9 KB

Download
Dal quotidiano locale
23 Novembre 2018
venerdi 23 novembre 2018 pag 53.pdf
Documento Adobe Acrobat 239.2 KB

Download
Dal quotidiano locale
20 Novembre 2018
martedi 20 novembre 2018 pag 53.pdf
Documento Adobe Acrobat 335.3 KB

Download
Dal settimanale di Piacenza
8 Novembre 2018
DOC081118-08112018164858.pdf
Documento Adobe Acrobat 3.9 MB

Download
Dal quotidiano locale
28 Ottobre 2018
liberta pag 22 28 ott 2018.pdf
Documento Adobe Acrobat 720.0 KB


La "Mission"

Vai al sito ...


La prima sfida ...

La prima sfida sarà recuperare le nostre moto ben conservate, sotto la neve dell' inverno australe, in un campo sotto alberi secolari.  Ugo, un amico allevatore di Husky, le tiene ben riparate dalle intemperie!? (vedi foto). Dopo qualche opera di manutenzione ordinaria e straordinaria saluteremo Ushuaia dirigendoci verso nord, attraverseremo la frontiera con il Cile e incontreremo la Ruta 40, unica strada verso il confine Boliviano a circa 5500 km. di distanza.

La città di Salta sarà il nostro punto di arrivo, la strada che percorreremo... il nostro obiettivo di solidarietà, e un'altra tappa della nostra avventura sudamericana...la storia proseguirà nel 2019!



Le nostre moto

 Prima della spedizione ... e del loro primo viaggio in Patagonia.

LE MOTO IN DEPOSITO